Skip to content

Nota di precisazione del Presidente Maiani sull’intervento del Vice Presidente del CNR a Radio Maria

26 marzo 2011

24/03/2011

Prof. Luciano MaianiNota di precisazione del Presidente del CNR Prof. Luciano Maiani in merito all’intervento radiofonico del Prof. Roberto de Mattei, Vice Presidente del CNR, sull’emittente radiofonica privata Radio Maria – Una voce cristiana nella tua casa

Il 21 marzo scorso il prof. Roberto de Mattei ha reso un intervento all’emittente radiofonica privata Radio Maria – Una voce cristiana nella tua casa.

L’intervento a carattere teologico ha riguardato tra l’altro il tragico sisma che si è abbattuto sul Giappone l’11 marzo scorso.

Ferma restando la libertà di espressione quale bene garantito dalla nostra Costituzione, si precisa che i contenuti dell’intervento del prof. de Mattei non coinvolgono in alcun modo il CNR, che l’intervento non è stato reso nella sua veste di vicepresidente dell’Ente e che il contesto in cui esso è stato reso è estraneo alle attività e alle finalità del CNR.

fonte: http://www.cnr.it/cnr/news/CnrNews.html?IDn=2202

In qualità di proponente della petizione popolare, voglio ringraziare anche qui il Presidente del CNR, Prof. Maiani, per la risposta che non si è fatta attendere.

Condivido con lei pienamente la posizione circa la libertà di espressione e siamo d’accordo sui contenuti dell’intervento che, effettivamente, non coinvolgono in alcun modo il CNR, che è proprio il luogo del contendere.

Sono meno d’accordo invece sulla possibilità che un uomo che abbia assunto un ruolo pubblico possa vestire e svestire il proprio ruolo a seconda delle circostanze.

Anche perché lo stesso Prof. De Mattei non teme di qualificarsi, o si fa presentare da altri, quale vicepresidente dell’Ente nelle sue partecipazioni a convegni, garantendo così autorevolezza e prestigio al pensiero che poi espone. È la mia opinione.

La petizione popolare che ho lanciato è stata pensata come il modo più democratico per esprimere il mio pensiero e dissenso. E consentire ad altri di manifestare l’adesione al mio. Non ho mai pensato che questo potesse comportare la reale dimissione dal ruolo del vicepresidente.

Se la nomina è politica, e la politica è la ‘res publica’, un giudizio di merito e una voce in capitolo la dovrebbero avere quanto meno i dipendenti dell’Ente stesso.

Con questa La ringrazio personalmente, e a nome di tutti i firmatari della petizione,

e con immutata stima,
Marco Vanadìa

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 26 marzo 2011 19:24

    mi associo a quanto risposto da marco vanadìa condividendone il tono e il contenuto . Elisa de Lucia

  2. 27 marzo 2011 17:13

    Il problema di fondo, appare evidente a me, sarà apparso evidente agli altri, non è la presenza di un essere soprannaturale, che pure è un apriori che uno scenziato dovrebe dimostrare prima di parlarne dandolo per certo. Quanto il fatto che traspaia che la persona ritenga che ci sia un DISEGNO INTELLIGENTE DIETRO TUTTO CIO’ CHE ACCADA. Non è lasciato un minimo spazio al caso; ovvero non si ammette l’errore, non si ammette che un evvento possa sfuggire alla logica. Questo, trasportato su un fatto scientifico, sifgnificherà non ammettere che ci sono tanti eventi casuali, e invece significherà dare un significato logico a qualsiasi fenomeno, negando il caso. Questo atteggiamento psicotico con la scienza è in contraddizione, perché nella scienza perché un fenomeno abbia un significato bisogna innanzitutto dimostrare una relazione di causa effetto; dimostrazione di cui neanche l’ombra in tutto lo strale medioevale che ho appena letto. Va da se che in effetti la persona è incompatibile con l’incarico di direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, se proprio per qualche motivo (?) gli dobbiamo dare una poltrona, lo proporrei senz’altro per il Consiglio Nazionale delle Certezze.
    Semmai mi pongo una domanda extra: a cosa dobbiamo che questa poltrona sia occupata da un tale figuro? L’Italia deve forse qualcosa alle gerarchie vaticane? E se sì, cosa e per conto di chi? Sarà mica che avendo un presidente del consiglio puttaniere di minorenni, che neanche col suo prestigio e il suo botulino evidentemente riesce ad averle gratis (altro che figlio del ’68), ha fatto dell’Italia una puttana? Tu FAI DARE un voto a me e L’ITALIA da una poltrona a te? Il presidente del consiglio direi che, più che presidente dell’Italia come vorrebbe farsi chiamare, è il protettore di una battona chiamata Italia. Si è cominciato con l’istruzione pubblica, si finirà con le centrali nucleari sulla pelle della gente. Questa di ‘sto vicepresidente è solo una tappa intermedia di un disegno finale, questa volta veramente sì, intelligente. E diabolico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: